La Business Economic Intelligence costituisce un insieme di concetti, metodi e processi che utilizzano informazioni da differenti fonti (banche dati pubbliche e private, nazionali ed internazionali; fonti aperte; dati già presenti nelle aziende e che, a volte, sono in archivio non coordinati e “messi a sistema”; informazioni sul campo).

La BEI applica inoltre esperienze e tecniche di: OSINT (analisi di informazioni e dati da fonti aperte); analisi dei fattori di rischio, interni ed esterni, che interessano i processi aziendali; analisi predittiva. Fornisce informazioni accurate, precise, basate su fonti affidabili, correlate e interpretate da esperti.

PER CONOSCERE IL CONTESTO ESTERNO SONO NECESSARI

GLI OBIETTIVI

Hermes Bay si pone i seguenti obiettivi nella Business Economic Intelligence

CONOSCENZA
ottenere un’affidabile conoscenza di clienti/fornitori, di competitor e di progetti di investimento al fine di meglio valutare opportunità/rischi

SUPPORTO
fornire supporto ai vertici aziendali nell’assumere le iniziative più opportune

SICUREZZA
mettere in sicurezza il patrimonio aziendale, materiale e immateriale; rendere più sicure le decisioni aziendali

GLI STRUMENTI

BANCHE DATI SPECIALIZZATE

per rispondere in maniera completa e rapida ai bisogni dei propri clienti

SOFTWARE AVANZATI

per gestire al meglio un numero sempre maggiore di informazioni al fine di individuare quelle di maggiore impatto

TEAM DI ANALISTI

per offrire consulenze focalizzare sui specifici bisogni del cliente

LICENZA PER ATTIVITA’

di informazione commerciale, rilasciata dal Prefetto della Provincia di Roma, per offrire servizi nel rispetto della compliance di riferimento

AVVIARE UN PROGETTO DI BUSINESS ECONOMIC INTELLIGENCE

L’interazione con i consulenti di Hermes Bay, consente alle aziende di definire un progetto finalizzato all’identificazione e monitoraggio del rischio, tramite la metodologia BEI. Il progetto prevede un’ attività di reportistica che può agire:

ORIZZONTALMENTE, mediante la verifica completa degli stakeholder riferiti all’azienda;

VERTICALMENTE, attraverso approfondimenti specifici, su fenomeni che possono avere un maggiore impatto per l’azienda.

Le imprese (nazionali ed estere) che abbiano deciso di internazionalizzare la propria attività, possono affrontare meglio eventuali “criticità”, raccogliendo ed elaborando informazioni sulla domanda, sul contesto, sul regime istituzionale e amministrativo, sulle controparti (informazioni qualitative e quantitative), al fine ultimo di sviluppare strategie più efficaci.

In tale ottica, la business economic intelligence può fornire un contributo primario al processo di internazionalizzazione delle imprese, anche offrendo strumenti ad hoc.

OTTIENI INFORMAZIONI

Compila i campi del modulo a fianco, risponderemo senza impegno ad una vostra mail di richiesta informazioni.